MMirtha

Homepage....Indici

 

SCHEDA PERSONALE


Tullio Brunone è nato ad Alessandria d’Egitto è titolare della cattedra di Progettazione Multimediale al Dipartimento di Nuove Tecnologie dell’Arte dell’Accademia di Brera ed è stato curatore del Laboratorio di Linguaggi Multimediali all’Università Cattolica.
Agli anni settanta risalgono le prime operazioni : fondazione del Laboratorio di Comunicazione Militante , l’ intervento alla Biennale di Venezia , Strategia d'informazione ecc.
E’ il periodo dell’analisi e dell’approfondimento del linguaggio dei mezzi di produzione delle immagini, dove l’attenzione dall’interno del mezzo, é trasferita all’esterno, cioé sui contenuti “storici” di cui il mezzo, con proprietà specifiche, é veicolo.
Da quegli anni, intensamente vissuti socialmente, il lavoro si é sviluppato verso le nuove potenzialità “poetiche” che l’evoluzione dei media proponeva prepotentemente
Ecco dunque la necessità di allargare i confini della “visione”, attribuendo allo spazio visivo una diversa profondità, facendo coesistere l’ambiente con l’ambiente elettronico.
E' il periodo di VIPER (Lucerna), Festival di Locarno, Eurovisioni (Roma), TRANSIT ( ORF – Ferdinandeum-Innsbruck).
Le riflessioni sul problema del tempo, hanno ampliato e moltiplicato gli aspetti disciplinari, introducendo la necessità di utilizzare quei linguaggi che la multimedialità e l’elettronica permettono di controllare.
Teatro dell’ascolto ( Festival Santarcangelo ), Riflessioni ( Diecidue - Milano ), Virtual Light (Bari) METRODORA (Festival TTVV-Riccione ), RADIO LADA ( RSM) ecc segnano la confluenza di diversi linguaggi nell’interattività e nell’approfondimento dello spazio “virtuale”.
Lo sviluppo di sistemi operativi tendenti ad affrontare la complessità del sistema sensoriale, la progettazione di software in grado di approfondire le capacità espressive e di attribuirne “profondità”, identificano l’attuale stato della ricerca.
Operazioni come OPERA TOTALE, (Venezia/Mestre-Teatro Toniolo), Segnali d’Opera (Gall.d’Arte Moderna-Gallarate), RIFLESSIONI, (Push the button play – Berlino) – INTERMEZZO ( Museo Ala Ponzone – Cremona) – FESTIVAL VIDEO ( Casablanca )–I MESTIERI DI ERGON (Palazzo M-Latina), segnano lo sviluppo e lo stato attuale del software.
Per l’immediato futuro sono in preparazione e progettazione due avvenimenti rilevanti:
Uno spettacolo interattivo LE VOCI DEL VULCANO (La torre di Hoelderlin)
Compagnia Verdastro-Della Monica- Xlabfactory con Massimo Verdastro e Francesca Della Monica
Immagini e progetto interattivo di Tullio Brunone
Testo e drammaturgia di Andrea Balzola
Regia teatrale di Massimo Verdastro e A.Balzola
Sound design e musiche di Mauro Lupone
Organizzazione e curator Anna Maria Monteverdi
Anteprima al Festival Metamorfosi, giugno 2008, Città del Teatro, Cascina (Pisa),
e un allestimento per la mostra “NOSTALGIE” (titolo provvisorio) a Villa Croce – Genova con la cura di Angela Madesani nel periodo marzo/maggio 2008

 

 

 

tullio.brunone@fastwebnet.it -tulliobrunone@gmail.com - tulliobrunone@libero.it - ph ++39 0266985497 - cell ++39 3881896585... fax ++300292876910