Mostra e convegno a cura di

Emma Zanella

SEGNALI D'OPERA

ARTE:DIGITALE:IN ITALIA

Interventi di

Maria Grazia Mattei, Gabriele Perretta, Franco Torriani

Comune di Gallarate Civica Galleria d'Arte Moderna

XXI PREMIO NAZIONALE ARTI VISIVE CITTA DI GALLARATE - 19 Ottobre - 23 Novembre - 1997

 

 

 

 

 

 

 

Ennio Bertrand Tullio Brunone Mario Canali Piero Gilardi GMM Ale Guzzetti Mario Sasso Tommaso Tozzi Giorgio Vaccarino Giacomo Verde

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

L'ambientazione consiste nella presenza su parete di una immagine composta da tre rappresentazioni, delle quali quella centrale, di 3mt per2mt è videoproiettata. Ai lati due raffigurazioni, statiche, con inserimenti luminosi da neon. Le immagini statiche sono contenute in elementi in plexiglass sostenuti centralmente per mezzo di tiranti d'acciaio e limitate da cornici in alluminio. L'azione è provocata e attivata dalla presenza nell'ambiente dello spettatore. Egli, producendo rumori, suoni, entra in conflitto con la situazione di quiete dei personaggi raffigurati causandone la fuga disperata con la conseguente apertura di uno scenario all'interno del quale i suoni, le grida e le parole emesse dallo spettatore vengono tramutati simultaneamente in segni, graffiti. Al gesto grafico prodotto, corrisponderà una sincronia sonora, campionata da armonie Gregoriane,Ambrosiane. È un lavoro imperniato sulla ricerca virtuale, dove il concetto di virtualtà viene riferito al senso della corporeità e della materialità, dove la proiezione nello spazio è esclusivamente fisica, nella assoluta mancanza di intermediari tecnologici. È un approfondimento del concetto di spazio, dove i riferimenti alla visionarietà rinascimentale non sono casuali.